• Pubblicata il
  • Autore: Riccardo
  • Pubblicata il
  • Autore: Riccardo

L'insostenibile.....3 - Cuneo Trasgressiva

Mia moglie dopo avermi confessato quell'esperienza, per un po non aveva voluto uscire con i colleghi, peró dopo un mesetto siamo stati invitati al matrimonio del suo capo.

Avevo cercato di non andarci, perché l'idea di vedere Gianni e gli altri compagni non mi piaceva tanto, soprattutto dopo quello che era successo tra di loro.
A quasi due settimane dal matrimonio non ero ancora convinto, mia moglie insisteva che dovevo andare, che non potevo mancare, perché il suo capo a parte era un amico di famiglia e tra le altre cose mi aveva invitato anche all'addio al celibato.
Dopo averci pensato un bel po di tempo decisi di partecipare ad entrambe le cose.
L'addio al celibato si fece esattamente una settimana prima del matrimonio, ed il programma era, un weekend in riviera adriatica. Partimmo il venedri dopo il lavoro, per arrivare all'ora di cena, saremmo stati una ventina, avevano affittato un pulmino con l'autista per stare tutti insieme e soprattutto per essere liberi di bere e non aver problemi con i controlli della polizia.
Il dopo cena,era previsto in una nota discoteca, dove c'era un tavolo ad aspettarci con bottiglie di champagne. La serata trascorreva perfettamente, peró ci sentivamo un po tutti con il passare del tempo fuori luogo, cos'í si decise di andare in un club di strepper per continuare la festa.
Arrivati al club, si continuó a bere e chiaramente a invitare ragazze al tavolo per festeggiare il futuro sposo. Io ero seduto, per mia sfortuna, proprio al lato di Gianni, praticamente non ci siamo parlati per tutta la serata. Ad un certo punto arriva in mezzo a noi due una ballerina,strusciandosi tra di noi. Gianni non perse tempo in toccarle le tette e il culo, peró la cosa che mi lasció di sasso fu quando la ragazza allungo le mani sopra i nostri sessi. Io feci fatica ad arrivare a tenerla dura, guardavo la mano della ragazza sul cazzo di Gianni e si intravedeva la forma sotto i pantaloni era spostato a sinistra al lato e non era ancora duro..la ragazza rimase stupita dal grossore. Non riuscivo a staccare gli occhi da quell'immagine. Mi sentivo inferiore, e anche la ragazza lascio di masturbarmi per dedicarsi a Gianni.
La serata si concluse verso le 5.30 e tutti andammo all'hotel.
Il mattino dopo, non so a chi gli era venuto in mente, era in programma una partita di calcetto, scapoli contro ammogliati. Inutile dire che le condizioni fisiche di tutti erano un disastro peró... Vidi Gianni nudo sotto la doccia, e notai che il suo cazzo anche normale aveva delle dimensione, invidiabili. Notai che anche lui mi guardava a volte, e mi metteva imbarazzo perché il mio cazzo é molto piú piccolo del suo: misura duro circa 14 cm, e quando é in riposo é piccolo, piccolo! Chissa cosa pensava nel guardarmi.
La settimana successiva andammo al matrimonio, mia moglie aveva un vestito semi trasparente, dove si intravedeva l’intimo che indossava, soprattuto il perizoma.
Non potevo crederci quando la vidi scendere in sala. Era molto bella e provocante, sinceramente volevo che si andasse a cambiare, peró per non fare la figura del marito geloso, non dissi niente.
Gianni se la mangiava con gli occhi, era seduto nel nostro tavolo, insieme ad altri colleghi, con i quali usciva al giovedi. Mi sentivo in terribile imbarazzo, sicuro che tutti sapevano quello che c’era stato tra di loro, a parte che si erano baciati, nel pub con il gioco del ghiaccio...
Comunque arrivo alla parte un po piú piccante del matrimonio. Dopo la cena dovetti andare a prendere mio figlio e portarlo a casa di mia suocera. Tardai un ora e mezza piú o meno nel andare e tornare alla festa.
Quando arrivai vidi mia moglie che stava ballando con Gianni. Mi misi in un angolo nascosto..
Erano attacati l’uno alltro, le mani di lui muovendosi sui suoi fianchi..
Tornai al tavolo dove erano rimasti alcuni loro colleghi, mi guardarono con faccia di: vediamo come reagisce!!
Resistetti seduto 5 minuti, peró non riuscivo a sopportare i loro sguardi.. Mi alzai per andare al bar a bere, che era in un’altra sala. Ero molto nervoso.
Dopo un po vedo passare per il corridoio mia moglie da sola.
Finisco di bere e mentre appoggio il bicchiere, vedo passare anche Gianni.
Mi avvicino ai bagni con calma, vedo lui che l’aspetta fuori.
Lei esce e va al lavandino per lavarsi le mani e rinfrescarsi. Lui le arriva da dietro, appoggia il suo corpo al suo, le bacia il collo e l’abbraccia.. vedo che lei gli dice qualcosa e cerca di muoversi, peró lui non la molla. Le mani di lui si appoggiano sui seni..gli bacia le orecchie il collo..il suo corpo spinge contro quello di lei..una mano le entra nel vestido per toccarle le tette..dopo un po sempre nella stessa pozione , lei gira il viso e iniziano a baciarsi..
Lui le prende la mano e la porta sul suo cazzo..inizia a muoverla..
Poco a poco divarica le gambe e vedo la sua gonna alzarsi, le mani di lui entrano ...
Lei si gira, ha le mani sul suo cazzo, dentro i pantaloni... le mani di lui sono sotto il vestito muovendosi..
Continuano cosí 5, 10 minuti, poi lei lo ferma lo stacca dal suo corpo gli parla un momento e torna in bagno..
Io ritorno di corsa al bar, e mentre prendo un altro bicchiere, arriva mia moglie..
Cerca di essere naturale, parliamo un po e mi dice di tornare al tavolo..
Le chiedo di andare via, che non ne posso piú di stare li, peró mi chiede ancora un po di tempo.. che si sta divertendo
Torniamo al tavolo, non riuscivo a guardare in faccia nessuno..tutti erano contenti..
Tranne io...
Continua...

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!
26/09/2012 11:16

Nicola

Fammi trombare tua moglie contattami troppo eccitante

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati